Dal 7 al 9 aprile 2022 il TeCa Teatro Cassanese apre le porte a un esperimento, proposto da Qui e Ora Residenza Teatrale insieme a La Confraternita del Chianti, Alessandro Sesti, Tiziana Francesca Vaccaro e Créature Ingrate.

Le cinque compagnie si sono unite per costruire e presentare un progetto triennale come impresa di produzione teatrale, forti ognuna della propria poetica, ma desiderose di elaborare insieme competenze, pratiche e strategie di produzione e promozione.

Questi tre giorni offriranno un’occasione per operatrici, operatori, colleghe, colleghi e pubblico di conoscere cinque compagnie e il loro lavoro in un tempo e luogo unici.

La visione di sette spettacoli. Un momento di focus per ragionare su come la promozione sia strettamente connessa ai processi produttivi e per riflettere sui cambiamenti del sistema teatrale, in atto già da tempo e ulteriormente accelerati dal momento di crisi che la pandemia ha portato con sé.

Questi tre giorni saranno un momento di riflessione, confronto, scambio, ma anche e soprattutto una festa per celebrare l’arte e il teatro.

IL PROGRAMMA

Giovedì 7 aprile

ore 16 Caffè di benvenuto e presentazione di OVERVIEW
ore 18 Spettacolo | IONICA | Alessandro Sesti
ore 20.30 Spettacolo | IL PAESE DELLE FACCE GONFIE | La Confraternita del Chianti
ore 22 Spettacolo | TERRA DI ROSA – Vite di Rosa Balistreri | Tiziana Francesca Vaccaro

Venerdì 8 aprile

ore 15 FOCUS sul sistema della produzione, promozione e distribuzione. Nicolas Ceruti (Direttore Artistico Residenza RAMI E TeCa Teatro Cassanese), Antonella Cirigliano (Direttrice Artistica CROSS Project), Francesca D’Ippolito (organizzatrice teatrale, presidente C.Re.S.Co.), Franco D’Ippolito (Docente di Organizzazione del sistema teatrale – Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi), Carlo Grassi (Direttore ScenAperta – Circuito Teatrale dell’Altomilanese), Tiziano Panici (Direttore Artistico Dominio Pubblico Festival – direttivo Risonanze Network), Cira Santoro (Responsabile Teatro Comunale Laura Betti – Casalecchio di Reno – Responsabile settore Teatro Ragazzi presso Ater Fondazione), Laura Valli (Direttrice Artistica Qui e Ora Residenza Teatrale).
Altri interventi in via di definizione.

ore 18 Spettacolo | SINDROME ITALIA O delle vite sospese | Tiziana Francesca Vaccaro
ore 20.30 Spettacolo | LADIES BODY SHOW | Qui e Ora Residenza Teatrale
ore 22 Spettacolo | IL PAESE DELLE FACCE GONFIE | La Confraternita del Chianti

Sabato 9 aprile

ore 16 Caffè e incontri tra artisti e operatori
ore 18 Spettacolo | FLIRT | Créature Ingrate
ore 20.30 Spettacolo | L’ORIGINE DELL’EROE – Requiem per un pipistrello | Alessandro Sesti
ore 22 Spettacolo | LADIES BODY SHOW | Qui e Ora Residenza Teatrale
ore 23 DJ SET e FESTA

GLI SPETTACOLI

IONICA | Alessandro Sesti
Drammaturgia e regia Alfonso Russi, Alessandro Sesti
con Alessandro Sesti
Musiche originali eseguite dal vivo Debora Contini-clarinetto, Federico Passaro-contrabbasso, Federico Pedini-chitarra Disegno
luci Marco Andreoli
con il contributo di Andrea e Giuseppe Dominijanni e il commissario Luigi Portesi
Spettacolo vincitore del premio della critica a Direction Under 30

Andrea Dominijanni è un testimone di giustizia calabrese che nel 2014 ha avuto il coraggio di denunciare la ‘ndrangheta. Lungo la Ionica, come amano dire i calabresi, la ‘ndrangheta è come la polvere frutto dell’aridità: un sistema parassita in un sistema sociale, politico ed economico incapace di trovare soluzioni che, se non efficaci, siano almeno dignitose. La ‘ndrangheta è come un arto in cancrena che non ti lascia scelta: amputare e sopravvivere senza una parte di te, oppure lentamente essere divorato vivo. Andrea ha fatto la sua scelta e dal 2014 non può più muoversi autonomamente. Andrea ha contribuito ad infliggere un colpo durissimo alla ‘ndrangheta ionica.
Guarda il trailer

L’ORIGINE DELL’EROE – Requiem per un pipistrello | Alessandro Sesti
Di Alessandro Sesti e Giacomo Sette
Con Alessandro Sesti, Debora Contini e Federico Pedini
Regia Giacomo Sette
Disegno luci Marco Andreoli
Musiche originali eseguite dal vivo Debora Contini e Federico Pedini
Illustrazioni Mattia Ammirati
Maschere Luca Pastore e Mattia Ammirati

Siamo a Gotham City. Gli acerrimi nemici di Batman danno notizia della sua dipartita. Joker, Poison Ivy e L’Enigmista indicono un concerto alla Gotham City Hall per celebrare la loro vittoria. Robin in questo racconto è la figlia dell’uomo pipistrello. È lei a ritrovarsi senza una guida, senza un modello da seguire. Ma come si fa a diventare il faro che illumina le notti di Gotham per far sentire protetti gli abitanti della città. Lo spettacolo affronta la perdita del padre, che tutti vediamo come invincibile fin da bambini. In questo “tutti” c’è anche la storia della donna che ha ispirato questa messa in scena: la storia di Paola, una ragazza come tante, una vita semplice, piccola. Attraverso l’immaginario del cavaliere oscuro, che ci riporta alla nostra infanzia, tutti possiamo ritrovare un pezzo di noi.
Guarda il trailer

BIO ARTISTA: Alessandro Sesti attore, drammaturgo e direttore artistico del Teatro Thesorieri di Cannara e di Strabismi Festival. Nel 2019 vive sotto scorta di massimo livello per creare la drammaturgia di Ionica con cui vince: Luna Crescente – Teatro Invito (LC), Teatro voce della società giovanile – ITC San Lazzaro (BO) e Premio della critica – Direction Under 30 (2020). Vince il premio della giuria critica “Dante Cappelletti” 2019 e menzione Speciale al premio Scenario 2021.

 

IL PAESE DELLE FACCE GONFIE | La Confraternita del Chianti
di Paolo Bignami
con Stefano Panzeri
dramaturg Chiara Boscaro
regia Marco Di Stefano
assistente alla regia Cristina Campochiaro
responsabile tecnico Enzo Biscardi
un progetto La Confraternita del Chianti
con il sostegno di MIC
con il sostegno di Teatro In folio/Residenza Carte Vive
testo Vincitore del Mario Fratti Award 2017 (New York, USA)

Alcuni avvenimenti restano nella memoria personale e collettiva in modo indelebile e possono segnare la nostra visione del mondo. Nel luglio di tanti anni fa io e altri bambini guardavamo il cielo nel timore che la nube tossica partita da Seveso potesse passare di lì. Era il 1976 e i disastri ambientali che seguirono troppo spesso hanno ricordato quanto accaduto a Seveso.
“Il paese delle facce gonfie” racconta un disastro ambientale che avrebbe potuto essere evitato se si fosse dato ascolto a chi aveva a cuore la salute della gente. La voce è quella di un uomo che vorrebbe tornare bambino, quando le nuvole gli passavano sopra la testa ed erano desideri che aspettavano di prendere forma. Il bambino ritorna nel linguaggio e nello sguardo ingenuo e dissacrante sugli avvenimenti. La storia, i luoghi e i personaggi sono di fantasia, ma tornano alla mente gli eventi che hanno danneggiato e continuano a danneggiare salute e ambiente, a testimoniare che poco si è imparato negli anni. Paolo Bignami

BIO COMPAGNIA: La Confraternita del Chianti si occupa di teatro e performing arts mettendo al centro del lavoro la drammaturgia contemporanea, la curiosità verso forme e media diversi e la proiezione internazionale. Dal 2020 gestisce uno spazio presso la stazione di Porta Vittoria a Milano, all’interno del progetto Artepassante. Ha realizzato i progetti internazionali “CITIES” (2020-2021), “EhUman” (2019-2020) e “Pentateuco” (2014-2017). Collabora con Karakorum Teatro e Dramma Italiano di Fiume – Teatro Nazionale Croato Ivan de Zajc. I testi di Chiara Boscaro e Marco Di Stefano hanno vinto il Mario Fratti Award 2018 (NY) e Eurodram Italia 2018 e sono andati in scena in Bulgaria, Finlandia, Stati Uniti, Spagna, Corea del Sud. Sono pubblicati in Italia da CUE PRESS e Editoria & Spettacolo.

 

TERRA DI ROSA – Vite di Rosa Balistreri | Tiziana Francesca Vaccaro
di e con Tiziana Francesca Vaccaro
aiuto regia Giovanni Tuzza
musiche originali Andrea Balsamo
vincitore di Ermo Colle 2018-Parma | Stazioni d’Emergenza 2017-IX edizione-Napoli | TeatrOfficina 2016-Settimo Milanese | TAGAD’OFF 2016-Festival Della Nuova drammaturgia lombarda

La storia della Cantatrice del Sud Rosa Balistreri, figura decisiva del folk siciliano degli anni ’70, tra le grandi protagoniste della riscoperta della canzone popolare nel mondo. Una donna forte e coraggiosa, scomoda e fuori dal suo tempo, perché ne percepiva e raccontava contraddizioni e ingiustizie. Tra mafia e fascismo Rosa, con la sua voce aspra e profonda, cantava di liberazione e rivoluzione. Un ritratto tanto complesso quanto necessario di un’artista troppo in fretta dimenticata.
Guarda il trailer

SINDROME ITALIA o delle vite sospese | Tiziana Francesca Vaccaro
Di e con Tiziana Francesca Vaccaro
Musiche originali Andrea Balsamo
Visual concept e luci Eleonora Diana
Con il sostegno di Officine Papage, Trac-Centro di Residenza Pugliese – Bottega degli Apocrifi- Manfredonia, r-Esistenze” (RC) / Compagnia DRACMA
Secondo posto Premio Ipazia per la Drammaturgia 2019 – Genova, Vincitore per la sezione drammaturgia – Teatro Donna della XVI edizione del Concorso Europeo per il Teatro e la Drammaturgia Tragos con il sostegno del Comune di Milano.

Dieci anni sono racchiusi in una lettera, quella che Vasilica scrive ai propri figli per raccontare il tempo che li ha tenuti lontani, il perché di una partenza verso un paese straniero. Sola in quella terra promessa, si è presa cura di persone straniere, estranei, così come lei è ora estranea a sé stessa. Dall’Italia alla Romania passando per Palermo e Milano, Sindrome Italia è il racconto di un ritorno, delle cicatrici della migrazione, di una femminilità in lotta, è la storia di una e insieme di moltissime donne, le nostre “badanti”.
Guarda il video racconto

BIO ARTISTA: Tiziana Francesca Vaccaro si diploma nel 2008 all’Accademia d’Arte Drammatica “Umberto Spadaro” del Teatro Stabile di Catania diretta da Lamberto Puggelli. Nel 2014 consegue il Master di Teatro Sociale e di Comunità presso l’Università di Torino. È conduttrice di laboratori teatrali per i quali collabora anche con Sciara Progetti Teatro in Emilia Romagna e la realtà milanese Teatro degli Incontri diretta da Gigi Gherzi. I suoi spettacoli teatrali, Terra di Rosa e Sindrome Italia, in collaborazione con la fumettista Elena Mistrello, diventano in seguito drammaturgia a fumetti il primo e graphic novel il secondo, edito questo da Becco Giallo.

 

LADIES BODY SHOW | Qui e Ora Residenza Teatrale
Ricerca materiali Francesca Albanese, Silvia Baldini, Silvia Gribaudi, Laura Valli
Con Francesca Albanese, Silvia Baldini, Laura Valli
Regia Silvia Gribaudi, Matteo Maffesanti
Collaborazione Drammaturgica Marta Dalla Via
Luci Paolo Tizianel
Produzione Qui e Ora Residenza Teatrale e Zebra
In collaborazione con Festival Teatri di Vetro| Teatro del Lido di Ostia | Festival Il giardino delle Esperidi | Cross Festival
Con il sostegno del MIC
Spettacolo selezionato per NEXT2020 – Laboratorio delle idee per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo – progetto di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo

Il corpo e la consapevolezza di come scegliamo sono al centro di questa performance dall’ironia dissacrante, che invita a un esercizio di ribaltamento della prospettiva. Corpo come carne, guardato, massacrato, giudicato, abbandonato, ricostruito, accettato o allontanato. Una carne, quella dell’essere umano, sempre sotto un giudizio pesante, capace di limitare o esaltare. Ma come selezioniamo le cose e le persone che ci circondano? Quanto siamo influenzati dalle immagini? Dagli stereotipi? Quanto vale un corpo? Possiamo attuare una nostra personale rivoluzione?
Guarda il trailer

BIO COMPAGNIA: Qui e Ora è una compagnia di produzione costituita da artiste provenienti da esperienze diverse ma accomunate da una stessa visione poetica. Lavora su drammaturgia autografa e ama confrontarsi e collaborare con altri artisti e artiste per dare vita alle proprie opere, in un meticciamento di linguaggi e visioni. Nasce nel 2007 sul territorio della provincia di Bergamo con il progetto Être – Esperienze Teatrali di Residenza, opera in ambito nazionale e internazionale con produzione di spettacoli, organizzazione di rassegne, curatela di laboratori. Qui e Ora è teatro che parla del presente, che prova a costruire immaginari collettivi e dare forza alle contraddizioni con uno sguardo ironico.

 

FLIRT | Créature Ingrate
Di e con Silvia Torri
Aiuto regia Rita Giacobazzi
Musiche Niccolò Pozzi
Spettacolo vincitore di Progetto “CANTIERE 2018” promosso da “INCANTI – Rassegna Internazionale di Teatro di Figura” | Minimo Teatro Festival 2019 | Festival Incanti 2019
Sostenuto da Progetto Cantiere 2019 – Festival INCANTI
Una produzione di Silvia Torri e Créature Ingrate

Una donna. Una stanza. Un preservativo femminile. Ricordi del passato e incertezze del presente animano un mondo di oggetti che si interrogano sulla vita e sui rapporti, ma soprattutto si iscrivono a Tinder sperando di incontrare l’anima gemella. In un mondo che dà poche certezze, è possibile proteggersi?
“Flirt”, uno spettacolo che, con ironia e intelligenza, attraverso il teatro di oggetti per una sola animatrice, tocca i rapporti interpersonali spingendosi nella sfera più intima e nascosta.
Guarda il trailer

BIO COMPAGNIA: Créature Ingrate, attiva tra Italia e Francia, è una compagnia che esplora i confini tra teatro di prosa e teatro visuale per indagare la realtà e offrire sguardi diversi e surreali sul mondo contemporaneo. Nasce dall’incontro tra le attrici e artiste visuali Silvia Torri, Rita Giacobazzi e Valentina Sanseverino. Silvia Torri, diplomata alla Scuola di Teatro Internazionale Arsenale, si è formata con Teatro GiocoVita, Philippe Genty, Neville Tranter. È stata attrice marionettista del Teatro Laboratorio Mangiafuoco e lavora come attrice per differenti compagnie tra Italia e Francia.

INFO
3342432376 | teca.contatti@gmail.com
Nei giorni di spettacolo la biglietteria sarà aperta a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

ACQUISTA ONLINE SU VIVATICKET CLICCANDO QUI

O IN BIGLIETTERIA (per orari clicca qui)
A causa delle restrizioni in vigore, da quest’anno non sarà più possibile prenotare i

BIGLIETTI FESTIVAL
Ingresso a 1 spettacolo 10 euro
Ingresso a 3 spettacoli della stessa sera 24 euro
Ingresso a 7 spettacoli 60 euro

Secondo le vigenti normative per accedere in sala è necessario esibire il GREEN PASS all’ingresso.

Per qualsiasi informazione
non esitare a contattarci!

Saremo felici di rispondere a tutte le tue domande.

Apri la chat
Ciao! 👋
Come possiamo aiutarti?