Stagione gennaio – maggio 2022

 

29 gennaio ore 21 La Giornata della Memoria

INGRESSO GRATUITO

Il Popolo Perfetto

di Diesis Teatrango

In un contesto sociale dove ci viene continuamente richiesto di essere dei super, dei “perfettamente adeguati”, degli “standard” e dove spesso si “incolpa” il diverso da noi della sua stessa diversità apparente o immaginata, a dimenticare quasi il valore e i diritti della persona qualunque essa sia, il teatro permette ancora di raccontare “l’imperfezione”, “l’inadeguatezza”, “la fragilità”, la necessità e la bellezza di poter agire creativamente e cercare strade nuove di relazione. Lo stimolo della ricerca di laboratorio parte dal Programma Aktion T4 voluto da Hitler che rivendica e persegue l’idea del “popolo perfetto” con la soppressione di coloro ritenuti “indegni di vivere” e la persecuzione delle diversità per liberare la razza ariana dalle impurità: persone disabili, folli, outsider, borderline.

Spettacolo per La Giornata della Memoria promosso dall’Amministrazione Comunale, ANFASS Martesana e Cooperativa Sociale Punto d’Incontro.

12 febbraio ore 21 – Teatro Musicale

Tango Solo

di Sara Zanobbio, Chiara Leoncini e Paolo Camporesi

Solamente l’eco di un tango, null’altro Juliana ricorda della sua vita. La sua anima errante, alla continua ricerca della sua storia, giunge in una sala concerto, dove un fisarmonicista si sta preparando per una serata di musica dal vivo. Juliana insegue ogni suggestione che la possa in qualche modo agganciare a un ricordo, ma così facendo, si perde in un’infinità di possibili vite, tante quante sono state le innumerevoli incarnazioni del tango. La musica e le parole delle milonghe, le sonorità e le contraddizioni del tango nuevo, la femmina fatale, i nuovi orizzonti dei generi fluidi… Dove si nasconderà la storia di Juliana? Dove si trova l’anima femminile del tango?

17/18/19 febbraio ore 21 – Teatro

Shakespeare in Socks – The Greatest Show Ever

di ILINX teatro/The Royal Sockspeare Company

Spettacolo tout public
Produzione The Royal Sockspeare Company e ILINX teatro
Shakespeare in Socks è una sfida teatrale ai limiti dell’assurdo: concentrare tutte le opere del Grande Bardo in meno di un’ora, utilizzando i calzini come fossero personaggi.
Questa è l’improbabile impresa che tenteranno i due attori-imbonitori-illusionisti, promettendo al pubblico il più grande spettacolo di tutti i tempi! Se l’intento è nobile, gli esiti lo saranno molto meno…

26 febbraio ore 21 – Teatro

IO VOLO

di Karakorum Teatro

IO VOLO supera i confini classici del teatro di narrazione. Lo spettacolo si struttura a partire da una scommessa tra i due attori su quale sia l’esito della loro esibizione. Il rischio di perdere tutto, li porta a mettersi in difficoltà l’uno con l’altro, fino a innescare una morbosa corsa contro il tempo e contro i limiti stessi dell’uomo. Nella narrazione però, i due si mettono nelle mani l’uno dell’altro, proprio come fanno i personaggi della storia. Recitano in equilibrio su un elemento scenico mobile, si sorreggono a vicenda, imparano, scena dopo scena, a giocare con le leggi della gravità, le ingannano per trasportare lo spettatore in una dimensione quasi magica.

Stagione ottobre – dicembre 2021

 

6 novembre ore 21

Il Re Nudo

Sconsigliato ai minori di 16 anni

In poco più di un’ora, Massimiliano Loizzi ci racconterà la sua vita e quella del suo paese in una comica riflessione sugli stereotipi di genere e tutti gli orrori quotidiani che siamo costretti a combattere nostro malgrado. Ma è anche la storia di un uomo di sinistra in Italia, e quindi è una tragedia, che suo malgrado fa molto ridere. È la storia (quasi vera) di una famiglia di città che si trasferisce in campagna, e così un minuscolo paese di mille anime diventa metafora di quel paese più grande di sessanta milioni di anime.

13 novembre ore 21

Sai che banca

Lo spettacolo “Saichebanca” parla di una crisi finanziaria in cui vengono coinvolti migliaia di risparmiatori che si rendono conto di essere stati estromessi dalla gestione dei loro capitali. La storia viene raccontata attraverso gli occhi di una consulente finanziaria che si trova incredibilmente travolta dalla crisi perché accusata di aver imbrogliato i clienti. E’ allora che la consulente Anna Torrenti investiga sulle terribili vicende che coinvolgono alcuni dei suoi colleghi.

20 novembre ore 21

La difficilissima storia della vita di Ciccio Speranza

Ciccio Speranza è un ragazzo grasso, ma leggero, con un’anima talmente delicata, che potrebbe sembrare quella di una graziosa principessa nordeuropea. Ciccio Speranza ha un sogno troppo grande per poter rimanere in un cassetto di legno marcio: vuole danzare.
In una sperduta provincia di un’Italia sperduta, la famiglia Speranza vive da generazioni le stesse lunghissime giornate. Solo, in fondo, nella sua fragilità, Ciccio vuole scappare da quel luogo che mai ha sentito come casa.

27 novembre ore 21

Lo Stronzo

Sconsigliato ai minori di 16 anni

E’ la sera del decimo anniversario di matrimonio di Luca e Lilli, la coppia è pronta per andare a festeggiare… una parola sbagliata… una reazione scomposta… lei si spaventa… si allontana… sbatte una porta… ci si chiude dietro sembra definitivamente… e a nulla servono le imprecazioni prima e le preghiere poi per farle aprire quella maledetta porta e farla tornare. Da qui comincia un difficile percorso per Luca alla ricerca di una chiave che possa aprire quella porta e restituirgli la sua relazione.

4 dicembre ore 21

Niente lacci per le scarpe

Cosa c’è dietro un grande artista? Quali affetti e che tormenti lo muovono? Che tipo di umanità e di colore è alla base della sua arte? Queste sono alcune delle domande da cui nasce Niente lacci per le scarpe, un racconto teatrale immersivo che attraverso la tecnologia delle cuffie silent system, unisce drammaturgia contemporanea, neorealismo documentario e psicodramma, raccontando con le voci di Gloria Sapio e Maurizio Repetto lo scultore Andrea Spadini dagli occhi, le parole, l’amore e il dolore di sua figlia Lorenza e l’immaginazione di suo nipote Giacomo.

18 dicembre ore 21

Hit Me

Una performance del collettivo Jennifer rosa
con Francesca Foscarini

La performance HIT ME! è costruita a partire da una playlist di canzoni strettamente legate a un dato biografico oggettivo della performer: i pezzi al vertice delle classifiche nel giorno del suo compleanno, in ordine cronologico dalla nascita a oggi. I migliori successi, ascoltati e ballati da tutti, rappresentativi di un’epoca, la incalzano uno dopo l’altro: pezzi che non ha scelto ma che la riguardano, canzoni che si ritrova addosso, maratona di una vita in cui buttarsi a capofitto in un’improvvisazione sempre diversa.
Pezzi da cui, come spettatori, siamo colpiti a nostra volta nel sovrapporsi di evocazioni e rimandi.
Tra improbabili repertori e anarchie di movimento, un’altra danza arriva e si incarna, a generare energie, derive e abbandoni, dentro e fuori dal tempo, tra kitsch e tragedia. O stando semplicemente con quel che c’è, a favore di un’inconcludenza che è propria della vita.
Concept e regia: Chiara Bortoli, Francesca Raineri / Jennifer rosa
Performer: Francesca Foscarini
Alla consolle: Chiara Bortoli
Cura della tecnica: Fiorenzo Zancan
Coproduzione: collettivo Jennifer rosa e associazione culturale Van
Con il sostegno di: Festival Danza in Rete/TCV e Voll, Vicenza

Per qualsiasi informazione
non esitare a contattarci!

Saremo felici di rispondere a tutte le tue domande.

Apri la chat
Ciao! 👋
Come possiamo aiutarti?